Specifico vs. Generale

Sono felice di aver avuto conversazioni telefoniche e diversi scambi di email con qualcuno che credo sia uno dei migliori allenatori del nostro paese, Vern Gambetta .

Ho chiesto a Vern di commentare l’allenamento specifico vs. generale e l’equilibrio tra i due. Ha obbligato con a pubblicare sul suo sito (!!!) e voglio condividere una parte di questo qui.

Ciò che penso sia accaduto specialmente negli ultimi vent’anni è che è emersa un’enfasi sul lavoro generale per metterli in forma. Misura per cosa? Solo renderli stanchi non li rende migliori. Questa è una tendenza allarmante nella media distanza e nell’allenamento a distanza in cui troppo lavoro senza cervello è giustificato come “forza generale”. Ritengo che sia solo un lavoro, un lavoro che potrebbe essere meglio pianificato e sequenziato per rafforzare in modo specifico i movimenti che li renderebbero migliori corridori. Come al solito sono abbastanza fuori dalla norma su questo, ma ho visto fare meglio. Guarda l’allenamento di Coe. Il corridore delle superiori Peter Callahan che correva 4: 05.2 nel miglio quest’anno ha usato il “lavoro generale” molto saggiamente. Abbiamo bisogno di svegliarsi e rendersi conto che non si tratta di esercizi e di renderli doloranti e stanchi si tratta di prepararsi per la loro gara o lo sport.

Ora, se vieni da questo sito per un po ‘, sai che ti assegno un sacco di Forza generale (GS) lavoro su base giornaliera e questo è un grande pezzo del mio approccio per aiutare i corridori a correre più velocemente; Non riesco a leggere il commento di Vern senza chiedermi se sono sulla strada sbagliata. Credo che il lavoro GS aiuti a gestire i corridori a distanza più in esecuzione , specialmente correndo al passo della gara, il ritmo di gara è il compito più specifico che un corridore può compiere. Ma devo essere onesto che parte del motivo per cui faccio un sacco di lavoro su GS era semplicemente la fede in quello che è il mio amico / mentore Mike Smith disse: “Sentiranno meglio il giorno dopo, anche la dura GS è difficile il giorno in cui lo fanno “è vero. Eppure Vern potrebbe averlo anticipato, come lo stesso giorno in cui ha condiviso questa statistica in un post separato :

Secondo un sondaggio NSCA, quando gli è stato chiesto dove hanno ottenuto le informazioni per i programmi che usano, il 93% ha risposto “… da un altro allenatore della forza”. Questo è puro e semplice incesto intellettuale.

Wow. Non solo posso assegnare troppa GS, ma la radice di questi compiti potrebbe essere una mancanza imbarazzata di pensiero indipendente da parte mia.

Ora, se stai leggendo questo e mi chiedi se sto andando a spirale in un periodo di insicurezza, non lo sono. Sara ha PR’ed in tutte le gare tranne due quest’anno e Renee è, dopo 2/3 di un anno che lavora in questo sistema, che corre in modo competitivo ( 3 ° americano poche settimane fa negli USATF, 10 miglia di champs ) e ha fame di iniziare il vero allenamento. So che il mio approccio funziona, ma questa non è la vera domanda. La vera domanda è la più efficace allenamento per ogni donna? E mentre comincio a lavorare con gli uomini, quali elementi devono cambiare in base al genere?

Ovviamente il post di oggi si riferisce ai problemi sollevati negli ultimi post su Volume e progressioni (vedi questo post , questo post e questo post ) e l’autunno è il momento perfetto per me per prendere in considerazione queste domande, fare una scelta e poi, come uno dei miei amici di papà piace dire, “Pianifica il tuo gioco, gioca il tuo piano.” Il viaggio da ora attraverso la stagione europea prossimo L’anno (l’anno dei non mondiali) sarà uno spasso e se prendo appunti e blog lungo il cammino dovrei essere in grado di parlare di questi argomenti in modo più dettagliato il prossimo settembre.

Ho chiesto a Vern di criticare un microciclo di Sara di quest’anno e quando lo farà condividerò il suo feedback.

Lasciatemi terminare con una domanda importante. Quest’anno i seguenti tre atleti hanno avuto stagioni incredibili: Datahan Rtizenhein , Jenny Barringer e Maggie Vessay . Per me, questo fa sorgere una domanda importante, anche se ho bisogno di prefigurare la domanda dicendo che sono pienamente consapevole che il mio fraseggio della domanda potrebbe offendere gli allenatori elencati, ma penso che il gruppo sia, in termini generali, accurato.

“Qual è l’equilibrio tra il Vern Gambetta / Greg Brock / Gary Winkler approccio e il Mark Wetmore / Brad Hudson / Arthur Lydiard approccio?”