Domenica mattina Leggi 04.14.13

Alcune grandi letture oggi, ma ci vorrà un po ‘di tempo. Eppure con Boston domani ho l’impressione che abbia senso mostrare gli articoli più lunghi. Se non puoi leggere lunghi articoli il giorno prima di una lunga corsa.

I primi due articoli riguardano il dominio keniota nella corsa a distanza, con Questo articolo dall’Atlantico parlando dell’importanza della genetica. Questa risposta all’articolo di Atlantic Fisher di Max ha una grande citazione:

“Se si trascorreva una quantità significativa di tempo qui, sarebbe difficile credere che il successo atletico keniano possa essere innato” come afferma Max Fisher nel suo articolo sull’Atlantic Online intitolato Perché i keniani fanno grandi corridori: una storia di geni e cultura. ”

La mia persona ha pensato che entrambi sono vere, ma non viene prestata sufficiente attenzione all’intensità dei campi di addestramento. Ogni allenatore con cui ho parlato con chi ha avuto la possibilità di vedere quei campi parla di quanto durano gli atleti (e poi di quanto si riprendano … restando in disparte fino alla prossima sessione brutale … nessun aggiornamento su Facebook che parla di come è andato bene l’allenamento, ma piuttosto riposo completo).

Entrambi questi articoli sono stati portati alla mia attenzione da La scienza dello sport sito web, che mette sempre ottimi contenuti. I loro post sono lunghi, quindi dovrai dedicare del tempo per leggerli.

Il articolo finale per oggi è più vecchio. Scritto dall’autore di Born to Run Chris McDougall (e pubblicato sulla rivista 5280 di Denver). Riguarda la storia del Leadville 100 “Race Across the Sky.” È difficile per me descriverlo. Le Trials olimpiche statunitensi sono incredibili e piene di aspettativa, gioia e dolore schiacciante per il quarto classificato in ogni evento. Leadville è diverso, ma è altrettanto emozionante osservare questi corridori correre 100 miglia in 30 ore o meno. Quando sei sul percorso, l’energia è palpabile.

Buona lettura. Lunedì avremo un breve video di come Shalane Flanagan ha usato la scienza dello sport per aiutarla a prepararsi per Boston. Cool video e abbastanza breve da non perdere gran parte della gara.