Domande di reclutamento: parte 1

Alan Versaw , uno dei migliori allenatori dello stato del Colorado (le sue ragazze della classica accademia si sono qualificate per NXN nel 2008 ) e il editore di CO.Milesplit.us , metti insieme un elenco di domande per gli anziani della sua squadra da chiedere nel processo di reclutamento del college. Mi ha chiesto se avrei commentato le domande, che ero felice di fare, e il risultato è il seguente post. Alan e io abbiamo fatto un serie sul processo di reclutamento del college quest’inverno che potresti essere interessato anche a te.

Fare le domande giuste, parte I

Quasi tutti gli atleti reclutati delle scuole superiori si chiedono a un certo punto di cosa parleranno quando un allenatore del college chiama o quando visita un programma a cui sono interessati. Le cose quasi sempre vanno meglio quando ti prepari per la chiamata o per la visita, ma come ti prepari?

Riassumiamolo un po ‘in argomenti. Quasi tutti gli atleti vogliono sapere come sarà l’esperienza di allenamento quando andranno al college. Quasi tutti gli atleti vogliono una piccola finestra di approfondimento su come sarà lo staff tecnico quando arriverà lì: “L’allenatore del college sarà come il mio allenatore della scuola superiore o molto diverso?” E quasi ogni atleta si meraviglia della gerarchia e aspetti sociali della squadra del college, “Sarà una buona idea o saranno quattro anni di lotta?”

Quello che abbiamo cercato di creare qui è una guida rapida per chiedere almeno alcune delle domande giuste nel processo di reclutamento. Abbiamo suddiviso questo articolo in domande relative a ciascuna delle tre preoccupazioni illustrate sopra.

Con ogni domanda, forniamo un contesto per porre la domanda. Cioè, è una domanda che si pone meglio all’allenatore della squadra del college, i membri della squadra del college (presumibilmente durante una visita al campus), o è una domanda altrettanto valida da chiedere in entrambi i contesti? Seguendo la domanda, forniamo alcuni commenti sulla domanda stessa – a volte una scusa per il perché la domanda è una buona domanda, a volte una logica per cui questa domanda è migliore di una domanda simile, e qualche volta qualche avvertenza da osservare quando si pone la domanda.

Tutte le domande assumono un cross country / traccia e impostazione del campo. Poiché la maggior parte degli atleti che leggono in questo momento sono corridori di cross country, lavoreremo quasi esclusivamente da questa mentalità, ma le transizioni in altre discipline di atletica saranno spesso abbastanza trasparenti.

Con questo sfondo, passiamo al primo gruppo di domande, quelle relative all’esperienza di allenamento. Le successive aggiunte di questo articolo esploreranno le due restanti categorie di domande.

Come sarà l’esperienza di allenamento quando andrò al college?

Domanda n. 1: su quali superfici farò la maggior parte del mio allenamento?

Chi chiedere: entrambi gli allenatori e gli atleti attuali

Commenti di Alan: vale la pena sapere su quali superfici ti allenerai, in particolare se non vai al college come corridore ad alto chilometraggio. La combinazione di volume bruscamente aumentato e superfici dure può essere una ricetta per le fratture da stress e altre lesioni alle gambe. Aspettatevi, nella maggior parte dei casi, di scoprire che parte dell’allenamento si svolgerà in pista, ma ascoltate attentamente dove si svolge l’altro addestramento.

Jay commenta: una buona domanda di riscaldamento … e una che mi ha sempre sorpreso non è stata fatta più spesso.

Domanda n. 2: quale sarà la mia settimana di allenamento nel mezzo della stagione di cross country per me come matricola? Da junior?

Chi chiedere: entrambi gli allenatori e gli atleti attuali

Commenti di Alan: Questa domanda mostra molto più profondità di interesse e comprensione della formazione rispetto al vecchio standby di “Quanti chilometri ho intenzione di fare?”. Le miglia accumulate hanno un significato solo nel contesto di un piano di formazione generale. Questa domanda ti dà la possibilità di avere una qualche idea su come potrebbe essere il piano generale.

Jay commenta: Grande domanda … e se non possono stamparti un documento o mostrarti un documento sulla loro scrivania, allora si pone la domanda: “Pianificano l’allenamento o lo buttano solo ogni anno?”

Domanda n. 3: come si determina quale sarà la progressione del volume di allenamento di un atleta?

Chi chiedere: allenatori e, in misura limitata, atleti più anziani

Commenti di Alan: Come la prima domanda, questo aggiunge un po ‘di raffinatezza al provato e stanco “Quanti chilometri percorro correrò?”. Si avverte che la versione provata e stanca tende a tradire una certa paura o preoccupazione per il volume di allenamento. Data la scelta, penso che la domanda n. 1 sia migliore della domanda n. 3.

Jay commenta: Grande domanda, ma non essere sorpreso o infastidito se l’allenatore risponde con “Dipende”. In un buon programma, dipenderà e un allenatore che sta veramente individualizzando la formazione non può dirti come un anziano HS quale volume sarai in croce come studente del college. Detto questo, l’allenatore dovrebbe essere in grado di dare esempi concreti di atleti attuali … e se l’allenatore può ricordare i volumi che gli atleti hanno fatto in HS è un buon segno che si concentrano veramente sull’individuazione della formazione.

Domanda n. 4: Gli studenti-atleti hanno mai conflitti di classe con il tempo di pratica e cosa facciamo io e te in questi casi?

Chi chiedere: entrambi allenatori e atleti

Alan commenta: Assicurati di porre la domanda che comunichi l’idea che capisci che gran parte della responsabilità ricade sulle tue stesse spalle. Probabilmente saliti di una tacca o due nella stima del coach se riesci a comunicare la responsabilità personale necessaria per gestire la situazione senza suggerirti di pensare di usare quella responsabilità personale ogni semestre. Alcuni conflitti sono inevitabili; la maggior parte dei conflitti può e deve essere evitata.

Jay commenta: domanda importante, eppure nessun genitore che abbia mai incontrato ha mai chiesto la risposta per iscritto, sebbene a CU non avrebbero mai avuto bisogno di come la classe fosse veramente arrivata prima. Ma ancora una volta, nessuno ti dirà: “Dopo un anno in questo programma sarai così concentrato sulla tua passione di correre più veloce che deciderà di non prendere la lezione di Tradizioni religiose dei nativi americani offerta alle 14:00 , ignorando la tua attuale passione per le tradizioni religiose dei nativi americani. “Come ex atleta DI presso una grande istituzione statale, posso attestare il fatto che ottenere il tuo programma” ideale “come atleta è raro, anche se il 90% dei reparti atletici ha un meccanismo permettendo agli studenti di iscriversi prima della popolazione universitaria generale. Il mio punto è questo: sceglierai un orario di lezione che si adatti al tuo programma di pratica; questo può essere fatto soddisfacendo i requisiti del tuo maggiore, ma probabilmente non ti permetterà di prendere tutte le classi elettive che ti interessano.

Domanda n. 5: Quali fattori consideri nel fare una determinazione iniziale di quali eventi di pista mi alleneranno?

Chi chiedere: allenatori

Alan commenta: Ammettiamolo, volete un’idea di come l’allenatore vi inserirà. Forse ancora più importante, la risposta probabilmente rivelerà anche qualcosa della personalità dell’allenatore se imparate a leggere tra le righe della risposta.

Commenti di Jay: domanda interessante, soprattutto se l’allenatore con cui stai parlando ha avuto successo con gli atleti che gestiscono il siepi. È una bella domanda, ma ancora una volta, una grande risposta di un allenatore che si preoccuperà di te e ti aiuterà a raggiungere il tuo potenziale genetico potrebbe essere “Non lo saprò finché non lavoreremo insieme per un po ‘” o “Dipende da … “Come ex allenatore del college, ora posso vedere che almeno due atleti con cui ho lavorato dovrebbero essere esperti di 800 metri. La maggior parte di tutti sarebbe stata d’accordo con l’idea che avremmo dovuto “spostarci” in lontananza, ma in retrospettiva penso che avrebbero potuto correre a un livello competitivo alla distanza di 800 metri. Il mio punto è che nessun allenatore che possa aiutarti a correre veloce sarà in grado di rispondere con certezza che il tuo miglior evento al college sarà _____. Detto questo, questa è una grande domanda e la risposta che l’allenatore ti offre sarà una finestra su come allenano e come lavorano con gli atleti per aiutarli a raggiungere il loro potenziale genetico.